2 Minutes Mongolia – 30 anni di risultati concreti

2 Minutes Mongolia – 30 anni di risultati concreti

La Mongolia occupa una vasta porzione di territorio nel cuore dell’Asia Centrale, tra la Cina e la Russia. È una delle nazioni meno densamente popolate del mondo, fondata su una antica cultura nomade. Circa metà della popolazione vive nella capitale Ulaanbaatar, mentre l’altra metà è sparsa nelle enormi steppe.

Secondo i dati del Governo della Mongolia e della Banca Mondiale, le persone in condizione di grave povertà sono cresciute negli ultimi anni del 30% a causa di una forte recessione. E quando la povertà aumenta, i primi a esserne colpiti sono le persone anziane e con disabilità. L’accesso ai servizi sanitari inoltre è caratterizzato da grandi diseguaglianze, sia dal punto di vista geografico che socio‐economico.

Il 3,5% della popolazione della Mongolia (110mila persone) ha qualche forma di disabilità; e di queste persone ben il 70,3% sono economicamente inattive. Per questo la promozione di una vita indipendente rimane l'obiettivo primario di AIFO in quanto Associazione di Cooperazione Socio Sanitaria.


La panoramica storica dell'intervento AIFO in Mongolia

Nel 1991 Dr D. Jadamba Zambalgaravyn dell'Organizzazione Mondiale della Sanità chiese a noi di AIFO il supporto per l’implementazione del programma RBC in Mongolia, in un momento in cui il sistema sanitario era tutto da riavviare. In questo momento risale l’inizio del programma “Tegsh duren”, “Pari Opportunità” in lingua mongola, supportato dal Governo, dall’Unione Europea e da AIFO.


La graduale adozione della strategia RBC da parte del Governo della Mongolia

Grazie a una serie di progetti cofinanziati dall’Unione Europea, AIFO è riuscita a portare la Riabilitazione su Base Comunitaria in tutto il paese, a partire dallo studio di fattibilità del 1991 per l’OMS sino al 2011.


Intervista a TS. Ganchimeg, direttrice generale dell'Authority per lo Sviluppo delle Persone con Disabilità

Oggi i progetti continuano e si concentrano sul potenziamento delle Organizzazioni di Persone con Disabilità, sempre più autonome, e sull’introduzione della RBC nei programmi di salute di base e all’interno dell’Università di Medicina, oltre che sulla creazione di una legge quadro sulla disabilità. In questo nuovo #2Minutes abbiamo ricostruito brevemente questi 30 anni di risultati concreti.


Intervista a Munkhjargal Narankhuu, coordinatrice programma Universal Progress

E tu, cosa aspetti ad unirti a noi? Bastano solo 2 Minuti per fare la differenza!

Come sostenerci?

Ecco come puoi contribuire:

  • Formazione di donne con disabilità in Brasile: 20€
  • Gruppo di auto-aiuto per l'avvio di attività economiche in Guinea Bissau: 60€
  • Corsi di educazione sanitaria delle studentesse in Mozambico: 80€
  • Cure per una persona colpita dalla lebbra o da altra malattia tropicale negletta: 130€

Come fare la tua donazione:

  • Conto corrente postale n. 7484 intestato ad AIFO - Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau - Via Borselli, 4-6 40135 Bologna. Per versamenti sul conto postale con bonifico, codice IBAN: IT 52 D 07601 02400 0000 00007484
  • c/c bancario BANCA POPOLARE ETICA - Filiale di Bologna, codice IBAN: IT 38 P 05018 02400 0000 1441 1441
  • carta di credito American Express, Visa, MasterCard telefonando al n. verde AIFO 800 550303
  • RID - domiciliazione su c/c bancario o banco posta - richiedendo il modulo al n. verde AIFO 800 550303
  • Donazione on line direttamente sul sito AIFO: www.aifo.it/come-sostenerci/dona-online
  • Pagamento periodico bancario SEPA SDD (ex RID) richiedi il modulo al n. verde AIFO 800 550303

Le donazioni con queste modalità (non in contanti) sono fiscalmente deducibili!

Numero verde AIFO: 800 550303

Gallery

Side links