Novembre/Dicembre - Donazione del mese- Liberia

Novembre/Dicembre - Donazione del mese- Liberia

Elijah è stato promosso quest’anno alle medie, con voti eccellenti che lo hanno portato alla menzione d’onore sul bollettino della scuola, la Bethel Community School nella contea di Grand Gedeh, nella parte sudorientale della Liberia. Una storia normale se non fosse che Elijah ha dovuto superare tutti i numerosi ostacoli che la vita gli ha riservato. Nato in un remoto villaggio della contea, è rimasto ben presto orfano del papà, mentre la mamma è stata colpita dalla lebbra. Da allora ha dovuto battersi contro l’esclusione che i suoi compagni volevano imporgli. Non si è arreso ed ha continuato gli studi, malgrado lui stesso soffra di problemi alla vista che non gli facilitano certo il compito. Oggi Elijah ha 11 anni e ha raggiunto un ottimo livello di preparazione, grazie al programma di Riabilitazione su Base Comunitaria gestito da Aifo. Il programma ha aiutato la famiglia di Elijah, poverissima, ad inserirsi in un’attività generatrice di reddito, appositamente studiata per permettere agli ex malati di lebbra e alle persone con disabilità di sopperire ai propri bisogni. La mamma oggi produce sapone che vende poi al mercato. L’azione comunitaria prevede altri aspetti e tra questi l’educazione, ed è di questo programma che Elijah ha potuto usufruire. Il suo impegno è da stimolo per molti dei suoi compagni. Elijah è grato ad Aifo per l’aiuto ricevuto, che per lui costituisce una forte motivazione per riuscire. Non nasconde la sua ambizione: poter diventare un giorno dottore. 

 

IL LAVORO CON LE COMUNITÀ, DOPO L’EMERGENZA

La Liberia, che è appena passata attraverso la prova delle elezioni presidenziali del 10 ottobre, è lentamente uscita dall’emergenza dell’epidemia di Ebola che l’aveva proiettata, per una volta tanto, all’attenzione della cronaca mondiale. Aifo, che a suo tempo aveva orientato il suo tradizionale lavoro socio-sanitario verso la
prevenzione del contagio con un intenso lavoro di informazione nelle contee dove è presente, ha ripreso le sue normali attività. Aifo è impegnata nel Piano strategico sulla lebbra del Ministero della Salute della Liberia. Aifo vi contribuisce in cinque contee, quelle del centro-sudorientale, grazie anche all’apporto della Conferenza Episcopale Italiana. Come sempre il lavoro socio-sanitario si inserisce nella strategia di rafforzamento del sistema sanitario nazionale in modo che sia in grado, attraverso i centri di salute di base, di identificare le malattie tropicali neglette, ed in particolare la lebbra in modo precoce, e di assicurare un trattamento efficace alle persone colpite. Questo obiettivo si accompagna alla fornitura di materiale sanitario e ai programmi di formazione specifica per il
personale medico e paramedico, ma anche per operatori sanitari di base in grado di orientare le persone colpite dalla disabilità verso i centri di riabilitazione.

Un’attenzione particolare è data alla sostenibilità delle comunità con persone colpite da lebbra e disabilità. Fondamentale è il lavoro di sensibilizzazione del territorio in modo che cessino le discriminazioni. L’educazione dei bambini, con o senza disabilità, è essenziale per favorire l’inclusione sociale. Aifo sostiene i costi
dell’istruzione, compreso il materiale scolastico e la concessione di borse di studio. L’anno scolastico appena concluso ha dato risultati molto incoraggianti come dimostra anche la storia di Elijah che vi abbiamo presentato. L’impegno è anche quello di contribuire a migliorare il sistema educativo, con la formazione degli insegnanti
e l’adeguamento degli edifici scolastici. I giovani così formati giocano un ruolo essenziale per la futura sostenibilità economica delle comunità. A questo proposito, Aifo promuove, attraverso gruppi di auto aiuto, attività concepite per le persone più povere colpite da disabilità. Il raggiungimento dell’autosufficienza economica è un fattore essenziale per l’inclusione sociale di queste persone.

Gallery