Salute mentale

Salute mentale

In Cina esistono strutture per la diagnosi e la cura delle malattie mentali, di buona qualità, alle quali però la maggioranza dei malati delle aree rurali non può accedere. Inoltre nel paese la maggior parte delle spese effettuate dai Dipartimenti di salute mentale è destinata agli ospedali psichiatrici che concentrano l'attenzione sulle persone con malattie psicotiche gravi, lasciando fuori altri disturbi mentali altrettanto importanti, come la depressione, l'ansia, le fobie e la dipendenza da alcol e stupefacenti.

"Rafforzare il ruolo e la capacità degli Attori Non Statali cinesi per garantire l'inclusione sociale delle persone con problemi di salute mentale" è il titolo del nuovo progetto che Aifo sta portando avanti in 4 città della Cina (Changchun, Tongling, Yanqing e Ha’rbin) per il triennio 2014- 2017. Finanziato dall'Unione Europea e realizzato in collaborazione con l'Istituto di Salute Mentale delll'Università di Pechino/Sesto Ospedale (PUIMH), l'ong italiana Solidarietà e Servizio (SoliS), l'ong cinese Aid and Service (AS) e la Conferenza Permanente per la Salute Mentale nel Mondo Franco Basaglia (CoPerSaMM), il progetto punta all'integrazione nella società delle persone con disagio psichico attraverso l'organizzazione di servizi di salute mentale di comunità facenti parte del sistema sanitario di base.

Il progetto ha, tra gli obiettivi principali, la formazione del personale sanitario, degli utenti e dei famigliari che andranno a lavorare nei nuovi centri di salute mentale di comunità aperti dal progetto; del personale degli Attori Non Statali coinvolti e delle autorità pubbliche, oltre a una maggiore sensibilizzazione sul tema a favore dell’opinione pubblica, della società civile e delle comunità. 
Inoltre, il progetto vuole promuovere la deistituzionalizzazione della salute mentale, seguendo l'esperienza italiana di scuola basagliana, e introdurre altre attivita’ innovative, come la creazione di cooperative sociali per l’inserimento lavorativo degli utenti e la costituzione di Associazioni di famigliari e di Gruppi di auto- aiuto per promuovere azioni di sostegno ai loro bisogni.

Side links