Dialogo su disabilità e cooperazione internazionale

“Leave no one behind” ai tempi del COVID-19

Il principio “Leave no one behind” è la promessa centrale e trasformativa dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile: esso impegna l’Italia così come tutti gli altri Paesi ad affrontare discriminazioni e diseguaglianze che minano i diritti di ciascuno, inclusi quelli delle persone con disabilità. 
L’esperienza del COVID-19 in Italia ha messo invece drammaticamente in luce come in tempi di crisi i diritti delle persone con disabilità siano stati gli ultimi a ricevere attenzione: le persone con disabilità si sono scontrate con barriere comportamentali e istituzionali. 
Quali lezioni impara dunque la cooperazione internazionale italiana dall’emergenza COVID-19 in Italia? Quale impegno sta mettendo in campo per evitare che i progressi fatti degli ultimi quindici anni nell’inclusione delle persone con disabilità siano dispersi nel momento dell’emergenza e del post-emergenza? 
 
Il webinar offrirà un momento di confronto a partire dall’esperienza delle persone con disabilità in Italia, esplorando la prospettiva di diversi soggetti di cooperazione internazionale italiani attivi nella tutela dei diritti delle persone con disabilità all’estero. 

Con l’obiettivo di raccogliere importanti stimoli per un percorso di confronto, elaborazione ed impegno verso una maggiore sostenibilità e coerenza di filiera, durante l’evento verranno condivise esperienze e posizioni di imprese, istituzioni, università e altri stakeholder importanti nel settore, in quattro momenti di confronto su diverse fasi della catena del valore:
Fattori abilitanti: quali leve sono fondamentali per stimolare innovazione e sostenibilità nella filiera agrifood? Come attivarle?
Produzione: la sostenibilità e l’innovazione sono sempre di più al centro del dibattito sul futuro di agricoltura e allevamento. Quali sono le sfide più difficili? E quali le opportunità?
Trasformazione e confezionamento: la transizione verso una piena sostenibilità passa anche dai processi industriali di trasformazione e confezionamento delle materie prime, dove innovazione di prodotto e di processo sono sempre più protagonisti. Quale scenario abbiamo di fronte?
Chiusura del cerchio: per chiudere il cerchio in maniera sostenibile la parola chiave è circolarità, ma forse non basta. Quale futuro abbiamo di fronte?
Da ciascun momento di confronto verranno estrapolati messaggi chiave relativi a sfide e opportunità, su cui verrà impostato il lavoro successivo.

WEBINAR 15 LUGLIO 2020, ORE 16:00-17:30

PARTECIPERANNO

Enrico Mantegazza, Vicepresidente Ledha – Lega per i diritti delle persone con disabilità
Vincenzo Racalbuto, Titolare della sede Agenzia Italiana Cooperazione allo Sviluppo di Khartoum, Sudan.
Francesco Giulietti, Coordinatore Paese, CBM Etiopia.
Francesca Ortali, Responsabile Progetti all’Estero AIFO
Mina Lomuscio, Referente Disabilità dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

La discussione sarà moderata da Massimo Maggio, Direttore di CBM Italia

immagine in evidenza del Webinar

PER SEGUIRE L’EVENTO ISCRIVITI QUI:

Skip to content