immagine di copertina per i progetti di lebbra e sanità di base

BUKAVU, HERI HWETU: RIABILITAZIONE E INCLUSIONE

IL PROBLEMA: Nella provincia di Bukavu (Repubblica Democratica del Congo) sono tante le difficoltà che tutti i giorni si devono affrontare.

L’acqua scarseggia e solo pochi hanno accesso a quella potabile. Le strade sono dissestate e difficili da percorrere. Il lavoro è duro e si guadagna troppo poco: si lavora principalmente nei campi agricoli o sulle piccole imbarcazioni per la pesca, e si stenta a sopravvivere pagati meno di 1 dollaro al giorno. Le comunicazioni sono difficili e pochissime le infrastrutture. E’ serio il rischio di un colpo di stato e di un governo militare.

In certe comunità persistono ancestrali credenze in spiriti maligni e la disabilità è uno dei tanti taboo.

Bambini, ragazzi e adulti con disabilità vengono trascurati e abbandonati dalle loro stesse famiglie. Molti sono i feriti delle mine e della guerra, quella civile terminata nel 2017 e quella fra Congo e Rwanda che dal 1994 al 2003 ha scosso il paese. Molti sono coloro che sono stati colpiti dalla lebbra e non hanno ricevuto in tempo cure adeguate. Tutto questo è stato aggravato dallo stato di isolamento e dalla diffusione della pandemia covid-19.

OBIETTIVO DEL PROGETTO:

Supportare ed implementare le attività e le risorse per i servizi di prevenzione, fisioterapia, riabilitazione e chirurgia ortopedica e per la realizzazione di protesi, busti e attrezzatura ortopedica del centro di riabilitazione Heri Hwetu di Bukavu, che è l’unico che può offrire cure specializzate in tutta la regione e ha una lunga lista d’attesa. Il centro dispone anche di una scuola elementare inclusiva, che prevede accesso e strumenti di didattica adeguati per i bambini con disabilità, e propone attività formative e professionalizzanti anche per gli adulti con disabilità.

5 AZIONI DI AIFO PER RISOLVERE IL PROBLEMA:

  1. Finanziare e supportare i servizi e le attività del centro di riabilitazione Heri Hwetu perché possa accogliere e curare le persone con disabilità iscritte alla lista di attesa (ce ne sono più di 1000);

  2. Sostenere e diffonderesul territorio della provincia i servizi di prevenzione delle malattie che conducono a disabilità, come la lebbra;

  3. Sostenere e implementare i servizi di fisioterapia, riabilitazione e chirurgia ortopedica del centro;

  4. Offrire risorse per la costruzione di protesi, busti e attrezzature ortopediche;

  5. Sostenere le attività di formazione rivolte a bambini ed adulti con disabilità del centro.

PERSONE RAGGIUNTE:

500 BAMBINI CON DISABILITA'

ENTE CAPOFILA: BRASA/AIFO
fumetto
 

PARTNER:


Ministero della Salute brasiliano

UNESCO

NHR Brasile, DAHW Brasile (MEMBRI ILEP)

Rete PRECISA (Projeto de Pesquisa em Rede de Cooperação Internacional com o Semiárido),

Segreteria della Sanità del comune di Mossoró,

Segreteria Statale della Sanità di Rio Grande do Norte

MORHAN Nazionale (Movimento per l’reintegrazione/inclusione sociale delle persone colpite dalla lebbra)

0
0
Borsa AIFO
La tua Borsa AIFO è vuota...
Calculate Shipping
Skip to content