immagine di copertina per i progetti di lebbra e sanità di base

GOIAS: LEBBRA E RIABILITAZIONE SOCIALE

IL PROBLEMA: Nello stato brasiliano di Goiàs, nonostante la lebbra possa essere curata e trattata ambulatorialmente, sono ancora tante le persone che si ammalano.

A queste si aggiunge una popolazione di ex pazienti, in maggioranza anziani e con disabilità, che hanno bisogno di cure quotidiane e assistenza costante.

C’è bisogno di più personale e più servizi socio-sanitari su tutto il territorio per la prevenzione delle disabilità legate alla lebbra e per la sensibilizzazione sociale.

Oltre ai problemi legati all’avanzamento dell’età, i pazienti portano con sé una storia pregressa di abbandono e segregazione. In passato, infatti, le persone malate di lebbra venivano allontanate dalla società e rinchiuse nei lebbrosari, troppo spesso senza ricevere adeguate cure.

OBIETTIVO DEL PROGETTO:

  1. Svolgere ed implementare su tutto il territorio formazione e servizi per la diagnosi precoce e la cura della lebbra per prevenire le forme di disabilità che possono conseguirne;

  2. Sensibilizzare e promuovere l’inclusione e la riabilitazione sociale delle persone con disabilità, in particolare di quelle che erano state colpite dalla malattia.

6 AZIONI DI AIFO PER RISOLVERE IL PROBLEMA:

  1. Organizzazione di corsi di formazione e aggiornamento professionale per medici, infermieri e il personale sanitario locale per riconoscere i sintomi della lebbra e permettere una diagnosi precoce, prevenire le disabilità e diminuire i danni psicologici, sociali ed economici delle persone colpite dalla malattia;

  2. Potenziamento dei servizi di prevenzione delle disabilità su tutto il territorio;

  3. Supervisione e monitoraggio dei servizi di trattamento della lebbra;

  4. Sostegno tecnico e finanziario all’Ospedale di Dermatologia Sanitaria e Riabilitazione Santa Marta a Goiânia: in particolare, per le attività di riabilitazione sociale dello spazio comune, “Casa Viva”, dove i pazienti dell’ex lebbrosario di Santa Marta vengono assistiti da psicologi e terapisti occupazionali e dove hanno l’opportunità di sviluppare attività che stimolano le loro capacità mentali, creative, sociali e conviviali  (arti plastiche, musica, dinamiche di gruppo, stimolazione cognitiva e motoria partecipazione ad eventi artistici);

  5. Sensibilizzazione attraverso attività di educazione sanitaria,  produzione di materiale informativo, sostegno alla realizzazione di campagne municipali di lotta alla lebbra;

  6. Microprogetti di formazione professionale per creare possibilità di lavoro per gli ex-malati, soprattutto quelli con disabilità.

  7.  

PERSONE RAGGIUNTE:

CIRCA n. FAMIGLIE

DIRETTAMENTE COINVOLTE:

0 PERSONE CON DISABILITA'

ENTE FINANZIATORE:
BUDGET TOTALE: €
BUDGET A CARICO DI AIFO: €
ENTE CAPOFILA:
fumetto

PARTNER:


 

 

0
0
Borsa AIFO
La tua Borsa AIFO è vuota...
Calculate Shipping
Skip to content