immagine di copertina per i progetti di lebbra e sanità di base

PROGRAMMA NAZIONALE LEBBRA

CONTESTO

La Guinea-Bissau (República da Guiné-Bissau in portoghese) è uno Stato dell’Africa Occidentale ed è una delle più piccole nazioni dell’Africa continentale. Confina col Senegal a nord, con la Guinea a sud e a est e con l’Oceano Atlantico ad ovest. Al largo della capitale, Bissau, è situato l’arcipelago delle isole Bijagos, centinaia di isole di varie dimensioni, molte delle quali disabitate. Precedentemente colonia portoghese con il nome di Guinea Portoghese, la Guinea-Bissau proclamò l’indipendenza dal Portogallo il 24 settembre 1973 (poi riconosciuta il 10 settembre 1974).
Nel Paese, pur essendo presente una democrazia parlamentare (semi presidenziale), la situazione sociale continua instabile. L’ultimo colpo di stato è avvenuto nell’aprile 2012 dopo le elezioni del 18 marzo dello stesso anno. Si tratta di un Paese a basso indice di sviluppo umano (tra i 20 Paesi più poveri al mondo) che affronta una difficile situazione socio-economica, aggravata dalla persistente instabilità politica. La mancanza di servizi adeguati e la povertà negano alla popolazione l’accesso a salute, educazione, indipendenza economica e partecipazione sociale. AIFO è presente e opera nel Paese dal 1978.

PROGRAMMA DI CONTROLLO LEBBRA

Il Programma Nazionale di Controllo della lebbra in Guinea Bissau è gestito dal Ministero della Sanità locale e si avvale del sostegno del Centro di Referenza della Missione di Cumura, nei pressi della capitale Bissau (gestito dai Frati Minori Francescani) dove è possibile trattare adeguatamente le complicazioni causate dalla malattia.

La lebbra nel Paese è ancora un problema di salute pubblica poiché i dati epidemiologici (numero di nuovi casi) sono incompleti e non sono presenti dati riguardanti le persone che soffrono a causa delle complicazioni e delle disabilità causate dalla malattia. Inoltre, persistono condizioni socio economiche precarie che favoriscono l’insorgenza di nuovi casi. Per incidere e interrompere la catena di trasmissione della malattia sicuramente è necessario garantire, nell’ambito del Sistema Sanitario locale, la diagnosi e il trattamento precoci, ma al tempo stesso è indispensabile operare verso una società inclusiva che rispetti e garantisca i diritti delle persone colpite. Significa lottare contro le barriere sociali e la discriminazione, promuovendo l’implementazione di programmi inclusivi, in particolare di coloro che presentano disabilità causate dalla malattia. Le iniziative, gestite nell’ambito del Programma Paese di AIFO, si sviluppano in collaborazione con le Autorità Governative Locali e le Organizzazioni della Società Civile.

 

OBIETTIVI

Migliorare la qualità di vita delle persone colpite dalla lebbra (contribuire alla diminuzione della percentuale dei nuovi casi con disabilità gravi).

ATTIVITÀ

Il progetto sostiene le attività previste dal programma di controllo del Governo locale e del centro di Cumura:

Formazione del personale locale. Formazione del personale locale dei centri di salute, agenti comunitari e studenti della scuola infermieri, sui seguenti temi: azioni di controllo della lebbra, tecniche per l’identificazione precoce dei casi, trattamento e prevenzione delle disabilità, referenza dei casi in caso di complicazioni.

– Pianificazione, monitoraggio e valutazione delle attività del Programma di Controllo della lebbra. Supervisioni nelle Regionali sanitare del Coordinatore Nazionale del Programma di controllo della lebbra, nelle nove Regionali Sanitarie per controllare e supervisionare l’attività dei medici, infermieri e agenti comunitari.

– Chirurgie presso l’Ospedale di Cumura (Centro di Referenza). Si garantisce anche la fornitura del materiale sanitario e medicinali per la realizzazione delle chirurgie sopra elencate. Le chirurgie sono realizzate presso il Centro di Cumura, con il sostegno del personale sanitario e dei chirurghi dell’Ospedale Nazionale “Simão Mendes” di Bissau (riabilitazione delle disabilità fisiche, chirurgie oftalmiche, amputazioni).

– Informazione ed Educazione. Seminari presso il Centro di Cumura con la partecipazione di personale sanitario e popolazione in generale, in special modo in occasione della “Giornata Mondiale dei malati di lebbra”.

– Attività sociali. Gestione di un programma di sostegno alimentare per le persone colpite dalla lebbra che vivono nei pressi del Centro di Cumura e per l’avvio di piccole attività agricole produttrici di reddito, in collaborazione con l’Associazione Locale AGARF (Associação Guineense Amigos de Raoul Follereau).

Immagine di anteprima del video
0
0
Borsa AIFO
La tua Borsa AIFO è vuota...
Calculate Shipping
Skip to content